domenica, agosto 19, 2018

finanzaSe fino ad oggi ha tenuto banco la crisi della Grecia chi investe in borsa farebbe bene a gettare un occhio verso un altro focolaio di guai che potrebbe esplodere a breve: la Cina. Il paese sta facendo i conti con una crisi del tutto particolare: la Cina, infatti, non mostra segni di crisi vera e propria ma, al contrario, deve fare i conti con un’economia normale che non cresce più ai ritmi mostruosi e insostenibili degli anni passati.

Detto questo cerchiamo di capire cosa può comportare un’eventuale crisi in Cina per chi gioca in borsa e quali misure possono essere messe in campo per arginare questo problema. Per farlo abbiamo chiesto consiglio agli esperti di http://www.comefaretradingonline.com/come-giocare-in-borsa.php.

Perchè la Cina va tenuta sotto controllo?

I dati parlano chiaro: il Consumer Price Index è passato all’1,2% dal +1,5% di aprile e su base mensile i prezzi hanno segnato un calo dello 0,2%. Per noi sarebbero valori da ripresa ma per la Cina si tratta di valori che segnano un forte rallentamento della crescita. Qualora la Fed dovesse optare per un aumento dei tassi prima del previsto e le misure messe in campo dalla Cina non si rivelassero efficace il rischio deflazione sarebbe molto concreto. E parliamo di un’economia gigante, seconda (forse) solo a quella USA.

Quali ripercussioni possono esserci per chi è solito giocare in borsa?

Nel caso si verificasse questa opzione catastrofica si avrebbero non pochi problemi. La crisi sarebbe globale e nessuno ne verrebbe escluso. I mercati girerebbero tutti al ribasso come già avvenuto nel 2007-2008, o forse anche peggio. Ma non bisogna fasciarsi la testa prima del tempo, ne prendiamo consapevolezza e agiamo di conseguenza.

A proposito di agire di conseguenza, come possiamo limitare i rischi pur continuando a giocare in borsa?

Il primo consiglio è quello di limitare le operazioni di lungo periodo ma cercare di fare trading in intraday, ossia con operazioni aperte e chiuse in giornata. In questo modo si evita di rimanere invischiati in situazioni scomode o di farsi trovare impreparati qualora dovesse succedere qualcosa. Un altro aspetto importante è quello di limitare la portata dei propri investimenti facendo un uso parsimonioso della leva finanziaria. Infine ricordo che dove possibile è sempre consigliabile impostare lo stop loss che ci mette al riparo, per quanto possibile, da situazioni spiacevoli.