Si possono curare le macchie sulla pelle?

Le macchie sulla pelle sono un problema piuttosto frequente, che colpisce in particolar modo le donne e soprattutto quelle non più giovani. Si tratta di un disturbo decisamente anti-estetico per tale motivo chi ne soffre punta in tutti i modi a liberarsene. 

Come fare a curare le macchie della pelle?

In primo luogo bisogna precisare che non tutte le macchie sono uguali ma che esse si differenziano per tipologia di colore e anche per agente scatenante. E’ quindi importante riconoscere il tipo di macchia di cui si è affetti prima di procedere con un’eventuale cura a base farmacologica. Inoltre va tenuto presente che in alcuni casi le macchie cutanee sono l’espressione esteriore di un problema sistemico più grave e quindi è necessario consultare un medico per avere una conoscenza approfondita del problema. Ad esempio, le macchie bianche sul viso e sul corpo possono essere dovute ad una disfunzione a carico delle ghiandole surrenali.

In linea generale, quando si formano delle chiazze rosse sul corpo con tendenza alla comparsa di croste, si è difronte ad una dermatite atopica. Spesso questa dermatite si accompagna ad intenso prurito e se non viene curata tende ad aumentare di dimensioni e ad aggravarsi esponenzialmente. Di norma si procede con delle creme specifiche a base di cortisone. Come spiegato su www.macchiesullapelle.itla causa di queste dermatiti non è ancora nota, ma probabilmente si tratta di un disturbo ereditario caratterizzato da un’epidermide non in grado di svolgere correttamente il suo ruolo di barriera dagli agenti esterni.

Molto simile è l’eczema, che si presenta esattamente allo stesso modo ma è dovuto ad allergie o da contatto con una sostanza allergizzante, contenuta ad esempio in saponi, detersivi o, addirittura, nell’acqua stessa, oppure da fattori ambientali o alimenti ingeriti.

L’eritema solare è caratterizzato da macchie rosse accompagnate da bolle, bruciore e malessere generale. Non esiste cura ma occorre attendere che sparisca naturalmente. In questo caso la miglior cura è la prevenzione, usare di creme protettive ed evitare di esporsi ai raggi solari nelle ore più calde.

La Pityriasi Versicolor, invece, si presenta con macchie bianche ed è dovuta, come le micosi, ad un’infezione funginea. Per questo motivo la terapia da intraprendere è a base di antimicotici. Un’altra forma di pitiriasi, meno diffusa ma non per questo rara, è la Pityriasi Rosa di Gilbert. Le macchie che si formano sono appunto rosa, danno prurito e non esiste ancora una cura. Tendono, invece, a scomparire dopo circa un mese, quando la malattia ha fatto il suo corso. Il disturbo è noto anche come Raffreddore della Pelle, perché si prende semplicemente respirando e inalando un virus.

Cause e cura per le macchie scure

Quando si ha a che fare con macchie scure, invece, possono essere dovute principalmente a tre motivi. Uno è legato all’invecchiamento della pelle che diventa sempre più fragile in tutte le sue componenti, compresi i meccanismi che regolano la produzione di melanina. Il pigmento melaninico quindi subisce un’alterazione, soprattutto quando intervengono fattori predisponenti quali il fumo, lo stress e i raggi UV, e risponde con la formazione di una macchia scura. Un altro motivo per cui compaiono è connesso alla gravidanza e all’interazione degli ormoni con i raggi solari. Queste macchie colpiscono soprattutto il viso e per questo si consiglia alle donne in dolce attesa di usare sempre una crema protettiva e di evitare di esporsi troppo al sole. Infine, le macchie scure possono essere dovute a Acanthosis nigricans e in questo caso saranno associate ad un inspessimento della pelle. Sono più soggette le persone obese o comunque in sovrappeso, con problemi di diabete e di ipotiroidismo.

Nel caso in cui le macchie persistono e si desidera eliminarle perché antiestetiche, si può spalmare una crema schiarente come l’acido kojico oppure l’acido azelaico che è depigmentante e viene usato essenzialmente per le macchie scure.