domenica, agosto 19, 2018

Forse avete dormito poco e la cena era davvero pesante. Avete fatto le ore piccole nel solito pub. O magari la nascita di un figlio è la causa delle vostre notti bianche. Due linee scure sotto gli occhi parlano delle vostra vita e delle cattive abitudini. Alcool, alimentazione sbagliata e scarsa idratazione. Stress ma anche anemie e stati allergici. Tante sono le cause nascoste dietro le occhiaie.

Le donne sfoderano l’arma segreta prima di truccarsi: il correttore. Simile ad un rossetto, spalmato sotto le palpebre è un metodo davvero efficace ma non definitivo. Nascondere non significa curare i nostri occhi. La soluzione è capire a quale categoria di occhiaie apparteniamo. Le occhiaie possono assumere l’aspetto gonfio se nel corpo c’è un ristagno di liquidi.

Bisogna depurarsi con verdure fresche, cereali e tanta frutta. L’aspetto solcato esprime invece l’assenza di liquidi e la necessità di idratare i tessuti bevendo molta acqua. Consigliabile per questo tipo di occhiaie è la soluzione fisiologica per liberare il naso. A beneficiare dei suoi effetti sarà anche la parte sottostante gli occhi che verrà idratata.

Rimedi naturali

Quando si parla di occhiaie viene subito in mente il cetriolo. E’ considerato il rimedio più semplice e conosciuto al mondo. Il cinema ci ha abituati a donne in asciugamano e qualche fetta di cetriolo sugli occhi, cura di bellezza universale. Scene che ripetiamo spesso a casa prima di andare a dormire e che ci fanno stare bene. Il cetriolo può essere abbinato ad un ortaggio da tubero, la patata. Contiene le stesse proprietà decongestionanti e rimuove il gonfiore sotto gli occhi. Produce un effetto lenitivo e tonificante per mantenere giovane il contorno occhi. Prima di iniziare il trattamento lasciate alcune fette di cetriolo e patate nel freezer. Aspettate che diventino gelide: mezz’ora può bastare. Sdraiatevi sul letto in completo relax, alternando ogni 10 minuti le fette di cetriolo alle patate.

Gli impacchi

Applicate sugli occhi qualche bustina di the verde imbevute di acqua fredda per  attivare la circolazione sanguigna. Elimina il fastidioso rigonfiamento sotto le palpebre e stimola il metabolismo dei tessuti.  Lo stesso vale per l’antico rimedio della nonna, sempre in auge per la sua efficacia. La camomilla in bustine o in fiori lenisce l’arrossamento degli occhi. E’ un vasocostrittore e riduce i gonfiori e le aree scure tipiche delle occhiaie. Sempre restando in tema di impacchi, l’alternativa èl’ olio di mandorle e cotone idrofilo. Invece di lasciarlo agire come gli altri metodi è preferibile effettuare un buon massagio. Con un tocco leggero delle dita si massaggia in modo circolare l’intero occhio partendo dal basso verso l’alto.