domenica, ottobre 21, 2018

Le migrazioni sono degli spostatemi che alcuni animali compiono in alcuni periodi dell’anno, per diversi motivi, dalla riproduzione ai cambiamenti climatici. Sono molti gli animali che migrano, tra uccelli, rettili, pesci, anfibi e mammiferi.

Quali animali sono migratori e perché?

Per elencare tutte le specie animali che migrano, si dovrebbe scrivere un libro intero. Per quanto riguarda gli anfibi, come le rane temporarie, o gli insetti, come i coleotteri, i motivo sono per lo più riproduttivi. Molti di questi animali cercano il luogo adatto dove depositare le proprie uova e, soprattutto nel caso degli insetti, morire per fare spazio alla generazione successiva.

Lo stesso vale anche per i rettili. Le tartarughe marine, infatti, compiono un lungo percorso per tornare alla spiaggia dove sono nate e per deporvi le uova.

Gli uccelli, invece, oltre che a migrare per trovare dei luoghi adatti a nidificare e a cercare del cibo, scelgono anche aree favorevoli per la loro muta. A seconda della specie, la migrazione degli uccelli può avvenire da gennaio a dicembre.

Non da meno sono i mammiferi, come gli elefanti, le balene, i caribù, etc. Questi animali si spostano soprattutto per cercare del cibo, quando in un’altra zona comincia a scarseggiare, e per ripararsi dal freddo.

Le migrazioni dei pesci, invece, sono un fenomeno più complesso. Anche questi si spostano per il cibo e la riproduzione, ma esistono anche dei casi in cui non c’è una ragione specifica per i loro spostamenti. Esistono anche pesci che si spostano dalle acque salate a quelle dolci, come il salmone, la cui migrazione si definisce diadroma. Oggetto di studio è anche il modo in cui i pesci riescano ad orientarsi.

Migrazioni non solo di animali

Dall’elenco degli animali migratori non si possono nemmeno escludere gli esseri umani, che si spostano per ragioni più complesse. Ad esempio, quando gli uomini si trasferiscono per trovare un lavoro, lo fanno per necessità, come gli animali che migrano per cercare cibo e un posto migliore dove vivere (e riprodursi).

Sia in passato che adesso, non è raro nemmeno trovare certi gruppi etnici che si spostano di continuo, in Africa o in Asia, perché la loro economia si basa sulla pastorizia, la caccia, la raccolta o il commercio.

Tra le altre ragioni per cui gli uomini emigrano in diversi paesi, si possono elencare le guerre, le malattie, le diaspore o, semplicemente, il turismo. Un triste esempio di migrazione umana, si può osservare negli sbarchi di emigranti africani e medio orientali sulle coste italiane, greche e maltesi.