lunedì, ottobre 22, 2018

Una sorta al piede è sicuramente un’esperienza abbastanza dolorosa. Può essere causato da una caduta, quando si mette male il piede sulle scale, da uno scivolone… in ogni caso è un’esperienza davvero brutta che può anche comportare il rigonfiamento della parte interessata. Che cosa fare in caso di sorta al piede?

Per prima cosa bisogna cercare di mettere a riposo l’articolazione e non caricarla del peso del corpo. Il riposo è assolutamente fondamentale per non peggiorare le conseguenze della sorta al piede e il dolore. Bisogna anche avere cura di mettere del ghiaccio, anche se non si è creato gonfiore.

Se dopo la sorta al piede vedi che la zona colpita tende a gonfiarsi, è perché si ha un riversamento di liquidi e l’ematoma. Il trauma può apparire banale ma non sarebbe mai da sottovalutare e bisogna subito trattarlo col ghiaccio.

Il ghiaccio va messo subito dopo che l’infiammazione si è verificata, e anche nei giorni successivi; venti minuti ogni due o tre ore, per almeno 24-36 ore dopo la sorta al piede.

Una volta che hai messo a riposo l’articolazione, puoi fasciare la caviglia con il bendaggio. In questo modo infatti potrete tenere il piede fermo ed eviterete che la storta possa peggiorare. Il modo migliore per mettere a riposo l’intera articolazione è metterla in alto su una pila di cuscini.

Se la sorta al piede ha comportato solo una leggera distorsione, allora il bendaggio e un po’ di riposo sono sufficienti per riprendersi del tutto. Se invece il dolore non accenna a passare, è probabile che la sorta al piede sia peggiore di quanto sembrava inizialmente. In questo caso è bene andare dal medico che valuterà l’entità della distorsione.

Se poi il dolore è eccessivamente forte ed è assolutamente impossibile muovere il piede, non bisogna aspettare e bisogna subito correre dal medico.

Il medico potrà prescrivere per la sorta al piede una pomata antinfiammatoria ed analgesica che ha lo scopo di lenire il dolore, di bloccare l’infiammazione e di rendere più veloce la guarigione del piede.

Queste creme in genere vengono applicate direttamente sulla zona colpita con un massaggio lieve per farle assorbire a livello locale, in modo che l’effetto sia massimo.

La benda aiuta in tutti i casi ma bisogna evitare di creare delle fasciature troppo strette che non lasciano passare normalmente il sangue; la compressione della benda deve essere sentita ma non eccessiva.