domenica, agosto 19, 2018

La Liguria è una piccola regione con un immenso patrimonio artistico e naturale: visitarla sarà davvero un piacere, sia che amiate il mare, sia che amiate la montagna. La città di Imperia ad esempio, situata sulla Riviera dei Fiori, è composta dall’unione delle città di Oneglia e Porto Maurizio, località tipicamente di mare molto apprezzate nella stagione balneare.

Il territorio che circonda Imperia è invece peculiarmente collinare, caratterizzato da suggestive terrazze a gradoni. Savona può essere definita come il punto nevralgico per le comunicazioni della regione: infatti vi confluiscono due autostrade ed è zona di collegamento per chi voglia recarsi in Francia via bus o treno. Ricca di chiese ed elementi di architettura religiosa, è dotata anche di un funzionale porto commerciale e turistico, molto gettonato anche per gli imbarchi di crociera.

Genova conserva il suo fascino di città imponente, come ai tempi in cui era una Repubblica Marinara, grazie al recente recupero di molti elementi urbani ed extraurbani. L’amplissimo centro storico, con una superficie di circa 400.000 metri quadrati, è caratterizzato da viuzze strette ed intricate, chiamate “caruggi” in dialetto.

È decisamente imperdibile una visita a Boccadasse, un antico borgo di marinai colorato da barchette variopinte e rinomato per i bravissimi maestri gelatai. Scendendo poi da Genova verso La Spezia, incontrerete Portofino, rinomata meta vip e famosa per i caffè della sua Piazzetta. Poiché il paese di Portofino è molto piccolo, sarà conveniente recarvisi in bus piuttosto che in auto, per non incappare in lunghe code di automobili alla ricerca di un parcheggio.

Se amate il mare, la natura e la cultura, non potete non visitare la Liguria. Tra i luoghi più affascinanti, Sestri Levante: una lingua di terra che si protende sul Golfo del Tigullio e che separa le due splendide baie, l’affollata Baia delle Favole e la rocciosa Baia del Silenzio.

Il centro storico di Sestri, attraversato dall’antico caruggio, è ricco di negozi di abbigliamento, accessori, gelaterie artigianali e forni , che ad ogni ora del giorno sfornano focacce, farinata e squisiti dolci.

Per una gita romantica, invece, imbarcatevi sul primo battello in partenza da La Spezia e recatevi alle Cinque Terre: non perdetevi il Sentiero degli Innamorati a Riomaggiore. Se capitate a Sarzana nella prima metà di agosto, vi imbatterete nella Soffitta nella Strada, mercatino di antiquariato, modernariato e bric à brac; visitate il centro storico, con la sua tipica disposizione derivata da un antico accampamento di epoca romana, affollato di banchetti interessanti.

Da visitare anche i paesini che popolano la Val di Vara, come Brugnato, soprattutto durante l’Infiorata del Corpus Domini; o Sesta Godano, con le sue frazioni di Mangia e Cornice, affacciate su un panorama montano mozzafiato; o, infine, Varese Ligure, caratterizzata dal castello inserito nel centro città, attorno al quale si snodano in cerchio le antiche abitazioni.

Proseguite quindi verso Genova, dove il capoluogo ligure vi riserverà piacevoli sorprese: una visita all’Acquario presso il Porto Antico è d’obbligo, così come una visita ai monumenti, recentemente ristrutturati, tra i quali il Palazzo Ducale, o al Cimitero Monumentale di Staglieno, dove riposa Giuseppe Mazzini.

La Liguria è sicuramente un gioiello tutto da scoprire. La sua conformazione geografica ricorda uno specchio, circondato da una bella e imponente cornice lavorata: il mare e le spiagge sono infatti contornate da un arco di montagne e colline.

Per questo è il luogo adatto per trascorrere vacanze piacevoli in ogni stagione: sarà perfetta per gli amanti del mare, così come per coloro che si dedicheranno alle visite culturali, o infine per chi desidera rilassarsi passeggiando nella natura delle Comunità Montane.

La regione è suddivisa in quattro province amministrative: partendo dal versante Est incontreremo la provincia di La Spezia, quindi il capoluogo Genova, la provincia di Savona ed infine quella di Imperia, al confine con la Francia. La Riviera di Ponente, a partire da Genova sino a Ventimiglia, è una rinomata località di villeggiatura, contraddistinta da ampie spiagge di sabbia.

A sua volta, si suddivide in Riviera dei Fiori, da Capo Mele a Ventimiglia, e Riviera delle Palme, da Urbe ad Andora. La Riviera di Levante, invece, si estende a partire sempre da Genova fino ad arrivare a La Spezia, al confine con la Toscana. Al contrario della sabbiosa Riviera di Ponente, si tratta di un tratto di costa caratterizzato da rocce e sassi, lungo il quale si incontrano il Golfo di Genova, il Golfo Paradiso, quello del Tigullio, le famose Cinque Terre ed infine il Golfo di La Spezia.

Il clima mediterraneo lungo la costa, temperato dalla vicinanza dei monti, rendono la Liguria una località balneare molto apprezzata dai turisti di tutto il mondo. Il clima più fresco dell’interno, invece, permette di visitare piacevolmente i Parchi Naturali (otto regionali ed uno nazionale) e le Comunità Montane durante tutto l’anno.

Al Mare in Liguria

Portovenere, in provincia di La Spezia, ha meritato di essere inserita tra i Patrimoni dell’Umanità dell’Unesco. È un piccolo borgo marinaro, le cui origini sono datate al primo secolo dopo Cristo.

Fu apprezzato da molti personaggi famosi, tra cui Lord Byron. L’accesso al mare si ha dagli scogli: visitate le numerose grotte, tra le quali la Grotta Azzurra, nell’isola Palmaria, e la Grotta Byron.

Camogli, poco lontano dall’esclusiva Portofino, è un paese in provincia di Genova, situato nel Parco regionale di Portofino. Caratterizzato da palazzi colorati affacciati sul mare, gode di un clima mite e temperato che favorisce il turismo balneare. È collegata a Genova, alle Cinque Terre e al Golfo Paradiso da un servizio di battello.

Sempre all’interno della provincia di Genova, Rapallo è inserita nel comprensorio del Tigullio, davanti al Golfo omonimo. Di origine preistorica, l’insediamento è diventato nel corso del tempo un’apprezzata località di soggiorno per gli amanti del mare e delle spiagge.

Imperia, con il rione di Porto Maurizio, permette di trascorrere una vacanza al mare in un luogo pressoché intatto, non intaccato dalle strutture urbanistiche moderne, come è stato invece per la vicina Oneglia. Il porto turistico, che adesso è in fase di forte espansione, rappresenta una risorsa molto importante per la città.

Per un turismo balneare d’élite, le località più adatte sono le esclusive Portofino e Santa Margherita Ligure: quest’ultima, importante scalo crocieristico, è dotata di un porto che la collega, mediante servizio di battello, a Camogli, le Cinque Terre e altre località della riviera ligure. Lungo la Costa dei Delfini, a metà strada tra Portofino e Santa Margherita Ligure, si trova lo splendido stabilimento balneare del Paraggi.

Cosa fare a Genova

Il capoluogo della Liguria, una delle città più popolose d’Italia, è famosa nel mondo per essere un porto commerciale e turistico di rilevanza internazionale. Città ricca di storia e cultura, è diventata nel 2006 parte del Patrimonio dell’Umanità, merito riconosciutole dall’Unesco.

Nel corso della storia, grazie alla posizione geografica, divenne un importante luogo di scambi e commerci, conquistandosi, durante il Medioevo e per tutto il Rinascimento, il titolo di Repubblica Marinara, insieme alle altre tre: Pisa, Venezia ed Amalfi.

Sono molti i luoghi da visitare nella città: tra i più famosi l’Acquario, progettato da Renzo Piano ed inaugurato nel 1992, situato nei pressi dell’antico porto di Genova a Ponte Spinola. Durante la visita guidata, che dura poco più di due ore, visiterete un totale di 39 vasche chiuse e il recente ampliamento composto da numerose vasche aperte, realizzate all’interno della cosiddetta Nave Italia.

Il centro cittadino di Genova è di origine medievale, ma sull’antica struttura si sono avvicendati interventi successivi. Qui potrete visitare la cattedrale di San Lorenzo, il Palazzo Ducale e il Teatro Carlo Felice. Sul promontorio di San Benigno sorge la Lanterna, il faro simbolo della città. A partire dalla fine degli anni Sessanta, Genova è stata protagonista di un progetto di restauro e ammodernamento, operato sempre dall’architetto Renzo Piano: la zona del Mandraccio, completamente ristrutturata; alcune stazioni della metropolitana, tra cui Dinegro; la ristrutturazione del porto antico in occasione delle Celebrazioni Colombiane del 1992.

Vacanze nelle Cinque Terre

Le Cinque Terre sono i cinque paesini che si affacciano su uno splendido tratto di costa, appartenente alla Riviera di Levante. Godetevi una gita in questo delizioso angolo di Liguria, annoverato tra i Patrimoni dell’Umanità dall’Unesco. Potete raggiungerle in auto, treno o battello.

Riomaggiore, con il suo intrico di viuzze e casette colorate di giallo o rosa, è attraversata dal torrente Maior, che appunto dà il nome al paese. Da qui, attraverso il famoso Sentiero degli Innamorati, si può giungere a piedi fino a Manarola. Si tratta di un sentiero a picco sul mare, scavato nelle rocce, amatissimo dai poeti e dagli artisti internazionali che, agli inizi del secolo scorso, facevano della Liguria il proprio “buen retiro”.

Manarola, frazione del comune di Riomaggiore, è arroccata su di un promontorio che si affaccia sul mare. Famosa per la produzione del vino Sciachetrà, il 10 agosto ospita una caratteristica festa per le celebrazioni di San Lorenzo.

Corniglia, nel comune di Vernazza, è raggiungibile per mezzo di un sentiero a scalini, la strada Lardarina; è l’unico borgo delle Cinque Terre che non si affaccia direttamente sul mare.

Incontriamo quindi Vernazza, con una superficie appena superiore ai dodici chilometri quadrati. Sembra molto probabile che il suo nome derivi dal vino vernaccia, prodotto in loco. Ha un bel porticciolo dove può attraccare un discreto numero di piccole imbarcazioni.

Il borgo di Monterosso, ad ovest, conclude il tratto costiero delle Cinque Terre. Qui ci si può rilassare su spiagge di sabbia, visitare la casa di Eugenio Montale o ammirare l’imponente Statua del Gigante.

Queste deliziose località della costa ligure sono state insignite nel 1997 del titolo di Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco.

Sono il luogo ideale per trascorrere un lungo weekend di relax, immersi nel silenzio del mare e della natura, al riparo dal caos cittadino. In ognuna delle cinque località troverete un centro informativo, dove potrete trovare depliants e brochures, nonché la Cinque Terre Card, una speciale carta con la quale potrete usufruire gratuitamente di mezzi di trasporto, ottenere sconti su percorsi di visita e utilizzare il bus navetta. I cinque paesini, Riomaggiore, Menarola, Coniglia, Vernazza e Monterosso, a dispetto della loro posizione impervia, arroccate tra terra e mare, sono facilissime da raggiungere con una gran varietà di mezzi di trasporto.

Il treno è sicuramente molto comodo per recarvisi. A causa della conformazione geografica del luogo, infatti, non sono disponibili molte aree per il parcheggio delle auto. Scegliendo le ferrovie troverete una stazione in ogni paese e treni a cadenza oraria, sulla linea ferroviaria Genova-Roma.

Consultate gli orari sul sito di Trenitalia. Chi preferisce arrivare in auto deve seguire alcune indicazioni. Si arriva dall’autostrada A12 per chi proviene da Genova o Livorno, o dalla A 15 per chi proviene da Parma.

Dopo essere usciti al casello di La Spezia, si prosegue per la strada litoranea, seguendo i cartelli indicanti la direzione Riomaggiore. Durante l’estate, infine, è possibile raggiungere le Cinque Terre via mare, grazie ad un servizio di battello veloce, molto suggestivo.