domenica, agosto 19, 2018

Il grafico pubblicitario è una figura professionale molto richiesta nel settore della pubblicità e del marketing. La pubblicità ha un ruolo molto importante nella promozione di prodotti e servizi aziendali. Man mano che la tecnologia va avanti, crescono le abilità ed i doveri dei grafici pubblicitari, i quali hanno il compito di realizzare contenuti originali, creativi e con un messaggio ben preciso.

I grafici pubblicitari realizzano: copertine di libri, loghi, brochure elementi per siti web e per applicazioni destinate ai dispositivi mobili, illustrazioni, foto ritocchi, riviste e giornali cartacei o digitali, video, animazioni e volantini. La maggior parte delle persone che svolgono questa professione ha un salario piuttosto alto e lavorano a tempo pieno in quanto devono rispettare le scadenze. Di seguito ti mostrerò come si diventare un grafico pubblicitario.

Sviluppa le tua abilità di grafico sin dalla scuola superiore

Iniziare a tastare il terreno in qualsiasi ambito lavorativo non è mai un male. Se vuoi diventare un grafico pubblicitario, questo passaggio è molto importante. Già dalla scuola superiore dovresti concentrarti in particolare sulle lezioni di storia dell’arte, informatica, disegno, arti grafiche e progettazione di siti web. Inoltre puoi mettere alla prova le tua abilità realizzando un giornale o una rivista scolastica. La progettazione grafica richiede infatti creatività, competenze grafiche e la conoscenza del computer.

Consegui una laurea o un diploma in grafica pubblicitaria

Oggigiorno, la maggior parte dei datori di lavoro cercano grafici pubblicitari con una laurea oppure un diploma inerente. Potrai trovare seguire lezioni di grafica pubblicitaria nelle università pubbliche o private ed in prestigiosi istituti d’arte. Esistono anche un gran numero di enti di formazione che organizzano corsi di questo tipo online o in sedi fisiche. Avrai la possibilità di apprendere i principi del design, il web design, la grafica commerciale e le nozioni di marketing e business.

Fai uno stage

Ti consiglio di scegliere un percorso di studi che preveda un periodo di stage in un’azienda. Frequentando un stage acquisirai esperienza nell’ambito della grafica pubblicitaria, formerai relazioni professionali nel mondo del design ed avrai una prospettiva del mondo del lavoro.

Realizza un portfolio

Il curriculum è fondamentale nella ricerca di un qualsiasi tipo di impiego. La risorsa più grande per chi vuole diventare un grafico pubblicitario e trovare lavoro in quest’ambito è il portfolio. Come afferma anche il direttore di graficashop, si tratta di uno strumento fondamentale che permetterà ad un datore di lavoro di comprendere le tue capacità ed il tuo potenziale. Inizialmente il portfolio non era altro che una raccolta delle riviste e dei giornali progettati da un grafico. Oggi il portfolio è molto più sofisticato e presenta sia una versione cartacea sia una digitale con tanto di animazioni. La versione digitale viene solitamente pubblicata nel sito web ufficiale del grafico pubblicitario oppure inserita all’interno di un CD. Tuttavia, per un grafico alla prime armi presentare un protfolio vario e ampio è difficile. Ti suggerisco di concentrarti sulla qualità piuttosto che sulla quantità, inserendo nel portfolio tuoi migliori lavori di grafica pubblicitaria.

Rimani sempre aggiornato

Quello della grafica pubblicitaria è un ambito sempre aggiornato ed in continua evoluzione. Un grafico pubblicitario deve stare sempre al passo con le nuove tendenze artistiche e commerciali del settore. Non puoi rischiare di rimanere indietro e non avere un lavoro. Ti consiglio quindi di rimanere sempre aggiornato sui nuovi programmi di grafica e progettazione, sulle metodologie e sulle nuove tecnologie. Questo vale sia per i grafici pubblicitari che lavorano in un’azienda sia per quelli che lavorano come free lance.

Migliora le tue competenze

Per essere un bravo grafico pubblicitario, devi essere sempre pronto a migliorare le tua capacità e la tua conoscenza nel settore. Per farlo puoi iscriverti ad un corso di laurea specialista o ad un master.