domenica, ottobre 21, 2018

Come per tutti gli animali domestici e d’allevamento, anche i cani devono essere vaccinati, e i costi possono variare a seconda delle regioni e delle strutture.

Perché vaccinare i cani?

Un cucciolo, nei primi tempi di vita, è protetto dal colostro che ha preso attraverso il latte della madre, ma dopo due mesi di vita necessita di essere vaccinato.

Questi vaccini servono a proteggere il cane da malattie come:

  • le gastroenteriti infettive, estremamente contagiose, che in casi gravi possono far morire il cane in due o tre giorni;
  • il cimurro, malattia che viene trasmesse per lo più per via aerea, e che provoca al cane sintomi come la febbre e l’anoressia;
  • l’epatite virale, che può provocare al cane dolori, vomito laringiti, etc;
  • la leptospirosi, causata da un batterio, trasmessa tramite urine infette, ed il suo vaccino copre il cane fino a sette mesi;
  • la rabbia, che intacca il sistema nervoso dei cani (ed anche gli esseri umani morsi dal cane).

A questi vaccini, si possono aggiungere quelli che occorrono quando si viaggia con i cani, in particolare per la rabbia e la parainfluenza, che sono inderogabili.

I cuccioli vanno vaccinati la prima volta dopo sei o otto settimane dalla nascita, la seconda volta dopo dieci o dodici settimane e la terza dopo quattro o sedici.

Per sapere quando vaccinare il proprio cane bisogna consultare il proprio veterinario, che mostrerà con quali tempi e modalità bisogna seguire i richiami (che dovrebbero farsi ogni anno, dopo il primo ciclo). Con i vaccini, i cani sono protetti dalle malattie per il 97 %.

Come per le persone, anche vaccinare i cani comporta dei rischi: ad esempio il cane può contrarre la febbre o può capitare uno shock anafilattico.

In generale, i cani che vivono isolati possono essere vaccinati ogni due anni, mentre gli altri si rivaccinano in modo continuo perché in contatto con i virus.

I costi

I costi delle vaccinazioni per cani possono variare da regione a regione, ma in media possono partire da un minimo di venti euro ad un massimo di cento. Ad incidere sul prezzo di un vaccino, è anche il tipo di malattia per cui lo si sta somministrando. Sicuramente, per il primo ciclo di vaccinazioni di un cucciolo, si dovrà spendere circa un centinaio di euro.

C’è anche chi, per risparmiare, acquista direttamente i vaccini in farmacia, ma è meglio rivolgersi a un ambulatorio, per essere sicuro che le vaccinazioni vengono eseguite correttamente da un professionista.