martedì, maggio 22, 2018

rc-autoNonostante gli sforzi del governo e degli addetti ai lavori la situazione delle polizze RC Auto in Italia non sembra affatto essere mutata, una situazione che ancora oggi può essere considerata quindi davvero tragica. Le polizze auto italiane hanno diminuito il loro prezzo e il mercato si è fatto sicuramente molto più concorrenziale rispetto al passato, ma a quanto pare questo non basta perché ancora oggi le assicurazioni italiane risultano le più salate di tutta Europa.

Questa situazione ha conseguenze importanti sulle tasche degli italiani che sono già frustrate a causa della crisi economica che continua ad imperversare nel nostro paese, una situazione che purtroppo ha ancora come conseguenza la decisione per molti automobilisti di non ricorrere alla polizza assicurativa andando così contro la legge e rendendo le nostre strade giorno dopo giorno sempre più pericolose.

Secondo il sito http://www.mastercredito.com/ però esistono delle semplici soluzioni a questo problema. L’ANIA chiede infatti al governo italiano di prendere in considerazione una diminuzione drastica sia delle spese di carrozzeria che delle spese per gli avvocati. A quanto pare se queste spese riuscissero a diminuire vedremmo diminuire notevolmente anche il prezzo delle polizze RC Auto.

Ovviamente il governo italiano dovrebbe contemporaneamente anche continuare a lottare contro le truffe e l’illegalità, la criminalità infatti del settore assicurativo italiano è un aspetto davvero molto vivo che compromette l’integrità del settore e che fa sì che le polizze arrivino a prezzi davvero stellari. Come può il governo fari diminuire i prezzi di avvocati e carrozzerie? La risposta a questa domanda è davvero molto semplice, il governo dovrebbe intervenire infatti sui margini di guadagno che avvocati e carrozzerie hanno nel caso di sinistri. Basterebbe infatti decidere un tetto oltre il quale questi margini non possono andare ed ecco che queste spese potrebbero diminuire.

Per quanto riguarda le carrozzerie un primo passo in avanti era stato fatto. Se ben ricordate infatti il governo italiano aveva decretato che la scelta di una carrozzeria convenzionata con la propria compagnia assicurativa avrebbe comportato una diminuzione notevole del prezzo per l’assicurato. Non solo, l’assicurato non avrebbe dovuto per legge anticipare le spese per la riparazione della sua auto. Purtroppo questo punto del decreto destinazione Italia era stato stralciato. A quanto pare però c’è ancora speranza per questa iniziativa, il governo Renzi avrebbe infatti deciso di creare un punto simile da inserire nel Ddl Concorrenza Liberalizzazioni. La decisione su questa questione però non arriverà prima dell’inverno, non ci resta insomma che attendere.

Per quanto riguarda i costi legali in relazione ai sinistri il governo non si è invece ancora pronunciato, ma visto come stando andando le cose è possibile attenderci l’arrivo di un legale convenzionato con le assicurazioni. In questo caso ovviamente gli assicurati non sarebbero molto contenti visto che comunque le spese legali per adesso gravano sulla compagnia assicurativa in modo diretto. Le compagnie sarebbero invece molto felici perché riuscirebbero a risparmiare, e forse questo risparmio potrebbe portare ad una diminuzione delle polizze assicurative.

Questo insomma è il pensiero dell’ANIA, non ci resta che attendere per vedere se verrà preso in considerazione e se le sue parole porteranno ad un cambiamento. Nel frattempo, assicurati, ricordate di tenere sempre sotto controllo le offerte e di farvi fare quanti più preventivi possibile, l’unica strada infatti attualmente disponibile per riuscire a risparmiare sulla polizza assicurativa.